Thursday, May 5, 2011

Lise Lindstrom Likes to Wear High Heels to Feel Dominant

Check out the interview Lise Lindstrom gives to Italy's Grazia magazine while she is at La Scala singing the title role of Turandot:

Ci sono molto produzioni razionali di quest’opera, ma secondo alcuni registi dall’approccio più moderno Turandot è un archetipo di donna con la sciabola, un’assassina sul genere di Uma Thurman in “Kill Bill”. Tu come affronti questo personaggio?
Sta tutto nella transizione tra vita vera e teatro, essere un’attrice oltre che una cantante, e abbracciare il ruolo scritto perfettamente da Puccini. La qualità della musica è così alta che l’aggressività della protagonista sta già tutta nella musica, nelle parole. E’ come indossare un bellissimo costume già confezionato.

Sei molto alta: questo a volte diventa un ostacolo sulla scena, accanto agli altri cantanti?
E’ una scelta del costumista, di solito, ma essendo quasi sempre la più alta di tutti in scena cerco di indossare scarpe basse. A Berlino però ho cantato coi tacchi, bellissimo! Mi sentivo molto dominatrice.

Turandot non canta fino a metà del secondo atto: che cosa fai sulla scena fino ad allora?
Certi registi vogliono Turandot in scena fin dal primo atto, ma se non è così cerco di arrivare in teatro appena prima dell’inizio dell’opera così mi resta un’ora per il trucco e il costume e la parrucca. Ho anche bisogno di tempo per scaldare la voce, quindi più tempo c’è, meglio è.

E’ il tuo debutto a Milano: cosa ti piace della città?
La gente qui è davvero elegante, e ho notato che questo ha un effetto sulla mia presenza in teatro, in scena: è una cosa che adoro. Mi permette di dare ancora più potere a Turandot.
[Source]

No comments:

Post a Comment